Home » Comunicazione » News » Verso il natale 2017: ricco programma in Area Marina

Rete Regionale per la conservazione della Fauna Marina SardegnaL’AMP è nodo della rete regionale per la conservazione della fauna marina

In caso di ritrovamento di animali in difficoltà contattare il
logo emergenza in mare, guardia costieralogo emergenza ambientale, segnalazione incendi boschivi

Verso il natale 2017: ricco programma in Area Marina

23 novembre 2017

Presentato il calendario degli eventi del Consorzio di Gestione dell'Area Marina Protetta, nell' ambito delle festività natalizie 2017. Un programma ricco e variegato pensato per bambini, giovani e famiglie, che mira ad affermare il ruolo sociale dell' AMP di Tavolara Punta Coda Cavallo attraverso attività culturali, scientifiche e di educazione ambientale. Il programma è stato esposto nel dettaglio dal Presidente del Consorzio, Alessandro Casella e dal Direttore, Augusto Navone, sono intervenuti il sindaco di Loiri Porto San Paolo, Francesco Lai, l'assessora alla Cultura del comune di Olbia, Sabrina Serra, l'autrice della mostra fotografica Insoliti Sguardi, Miho Tsuruoka, il curatore del calendario 2018 dell'AMP di Tavolara, Albert Vezzoni di Mammalapis.

Questo il dettaglio degli eventi.

24 Novembre - 3 Dicembre 2017, dalle 16.30 alle 20.00 Mostra fotografica: "20 fotografi di natura" a cura di Argonauti in collaborazione con Delfino Editore nell' ambito del Festival "Storie di un attimo". Sede AMP Via Porto Romano 11 - Olbia. Ingresso libero.

Parrebbe strano pensare di realizzare un libro fotografico che raccolga le immagini di diversi fotografi sardi nell'era in cui imperversano i siti web dove la condivisione immediata delle foto realizzate e il tripudio di pareri espressi in tempo reale, sembrerebbe essere l'unico valore imperante. Eppure sia l'editore che i fotografi contattati hanno immediatamente detto "si", accogliendo con entusiasmo la proposta di Domenico Ruiu, felici di ritrovarsi ciascuno per la sua parte in un vecchio, caro, romantico e forse insostituibile volume da sfogliare, accarezzare, riporre in vista e riguardare ancora senza l'ausilio del mouse. Ed ecco "Sardegna - Venti fotografi di Natura". "Sardegna Natura" perché è l'isola nel suo insieme il filo conduttore dell'opera, in una sequenza di immagini in cui l'unico ordine riconosciuto sarà la sensibilità ed il modo di interpretare il tema da parte di ogni singolo autore. Pur essendo la buona qualità delle immagini un requisito assoluto, il libro non ha la pretesa di ospitare i "migliori" fotografi sardi e non stila graduatorie di merito, quanto piuttosto cerca di unire diversi modi di inquadrare l'isola, proponendo prospettive personali dei paesaggi, dei fiori, degli animali e di quant'altro parli di natura in Sardegna. Per questa ragione tra gli autori troviamo alcuni pionieri della fotografia naturalistica insieme ad altri fotografi di prima esperienza, personalità di nome, premiate più volte in rassegne nazionali ed internazionali, a fianco di altri che hanno all'attivo solo qualche pubblicazione o riconoscimento regionale o neanche quella. Le loro opere descrivono un'isola vista in momenti particolari, attimi spesso fuggenti colti al momento giusto: un'alba primaverile, i colori autunnali velati dalla nebbia, aquile, mufloni o cavalli investiti da una bufera di neve, paesaggi grandiosi, cieli popolati di stelle insieme alla perfezione dei fiori o di micro creature.

Nel libro a ogni autore o coppia di autori è riservato un apposito capitolo: l'insieme dei profili è un complesso mosaico di personalità e sensibilità diverse che vanno a comporre un unico, variegato e affascinante puzzle di sensazioni. Così "Sardegna - Venti fotografi di Natura", cerca appassionatamente di esaltare la bellezza dell'isola, proponendo istantanee "scritte con la luce" da poeti armati di macchina fotografica.

29 Novembre dalle 18.00 alle 20.00, presentazione del Libro "20 fotografi di natura" Editrice Carlo Delfino a cura di Domenico Ruiu ed Egidio Trainito. Sede AMP Via Porto Romano 11 - Olbia. Interverranno gli autori e curatori del volume. Ingresso libero.

30 Novembre 2017 dalle ore 10.00 alle ore 17.30 CORSO FORMATIVO SULLO STUDIO DEL CORALLIGENO E DEI FONDI A RODOLITI, riservato agli studenti del GAT (Gestione Ambiente e Territorio) dell' Università di Sassari. Casa delle Farfalle di Mare Via Pietro Nenni, Porto San Paolo.

Workshop approvato dal Consiglio di Laurea del Corso GAT (Gestione Ambiente e Territorio) che permetterà agli studenti di ottenere un credito formativo (CFU), è stato organizzato a seguito dell'accordo stipulato nel 2016 tra l' Università di Sassari e il Consorzio di Gestione dell'AMP di Tavolara Punta Coda Cavallo, che ha visto la nascita di un' offerta formativa con nuovi corsi triennali. Il corso di laurea magistrale in Gestione dell' Ambiente e del Territorio (GAT), aperto agli studenti in Scienze naturali, ma anche a pianificatori e agronomi, propone due indirizzi specialistici: ecosistemi terrestri e ecosistemi marini. Nell' ambito dello svolgimento del nuovo corso di laurea l' Università di Sassari ha chiesto una collaborazione operativa al Consorzio di Gestione dell' AMP Tavolara Punta Coda Cavallo per intraprendere attività di didattica decentrata soprattutto per gli aspetti legati alla gestione del Mare e del territorio costiero. L' intendimento del workshop del 30 Novembre è quello di attualizzare i percorsi didattici verso un orizzonte formativo che comprenda in modo sostanziale anche le attività pratiche legate al corso di laurea.

Organizzazione: International School for Scientific Diving, MAREA s.a. e Area Marina Protetta Tavolara Punta Coda Cavallo.

Studenti del Corso di Laurea in Gestione dell'ambiente e del Territorio, Università di Sassari, indirizzo marino, primo e secondo anno.

Programma delle lezioni

Docente

Affiliazione

Titolo della lezione

Riccardo Cattaneo Vietti

Dipartimento di Scienze della Terra, dell'Ambiente e della Vita, Università di Genova

Il coralligeno nell'AMP Tavolara-Capo Coda Cavallo: comunità bentoniche associate e struttura e dinamica di crescita

Monica Montefalcone

Dipartimento di Scienze della Terra, dell'Ambiente e della Vita, Università di Genova

Caratteristiche e metodiche di studio del coralligeno superficiale e profondo

Daniela Basso

Dipartimento di Scienze dell'Ambiente e del Territorio e di Scienze della Terra, Università di Milano-Bicocca

Studio dei fondi a rodoliti e interazioni tra biocostruzione e livelli di CO2

Enrico Cecchi

ARPA Toscana

Il monitoraggio del coralligeno e dei fondi a rodoliti in Toscana: i primi tre anni di applicazione della Marine Strategy Framework Directive

Dal 13 al 21 Dicembre dalle ore 17.00 alle ore 19.00, i "Laboratori di Natale dell' AMP di Tavolara Punta Coda Cavallo".

13 e 14 dicembre - Sede AMP Tavolara Via Porto Romano 11 - Olbia,

15 dicembre Ceas AMP Tavolara loc. Niuloni - San Teodoro;

21 dicembre Casa delle Farfalle di Mare Via Pietro Nenni - Porto San Paolo.

Laboratori gratuiti, per i bambini dai 6 anni in su per un massimo di 15 iscritti, prenotazioni obbligatorie al numero al 0789/203013 - 338/2705788

I laboratori avranno come tema principale il rito della composizione e realizzazione dell'albero di Natale, utilizzando decorazioni e palline costituiti da materiali sostenibili e di riciclo. Tutti i lavori saranno legati all'ambiente marino e agli organismi che lo popolano. Si potranno poi portare a casa per poterli aggiungere ai propri alberi natalizi.

15 dicembre ore 9.30 - 12.30 due chiacchiere su progetto Together for Tavolara a cura dei partner di progetto. Sede AMP Via Porto Romano 11-Olbia.

Il progetto di Citizen Science, sostenuto dalla Fondazione con Il Sud, progettato da l'Area Marina Protetta Tavolara Punta Coda Cavallo e Mine Vaganti NGO ha coinvolto, in veste di partner, il Comune di Olbia, il Comune di Loiri Porto San Paolo , il Comune di San Teodoro, Università degli Studi di Sassari, l'Associazione Slow Dive, Reef Check onlus e ITCG Attilio Deffenu di Olbia. Together for Tavolara è stato presentato nell'ambito del Bando Ambiente 2015, con il quale la Fondazione CON IL SUD ha rinnovato il proprio impegno sul tema della tutela e valorizzazione dei beni ambientali nei territori meridionali. Attraverso questo progetto sono state diffuse informazioni e conoscenze sulle specie aliene invasive e sulle problematiche da esse generate. Questo fenomeno è strettamente correlato con le principali criticità che definiscono il nostro tempo: i cambiamenti climatici, la riduzione della biodiversità e l'impoverimento degli ambienti, contribuiscono a favorire la diffusione delle specie aliene e ne amplificano gli impatti.

Il progetto è stato strutturato in quattro azioni distinte:

AZIONE A1 Mappatura delle praterie di Posidonia oceanica

Partite il 17 agosto 2016 con la prima uscita in mare e concluse il 20 di novembre 2016, coinvolti 100 subacquei brevettati (OPEN WATER), per un totale di 150 repliche effettuate con quadrati per campionamento di dimensione 50x50 cm, secondo il protocollo di monitoraggio concordato in precedenza.

I rilievi con i quadrati (repliche), finalizzati ad ottenere una stima della densità dei fasci fogliari, sono stati effettuati all'interno delle celle 100 m x 100 m (un ettaro) in cui è suddiviso il piano di campionamento della prateria di posidonia dell' AMP. Poiché tale piano prevede che per avere un dato di densità rappresentativo di ogni cella siano necessarie almeno 8 repliche dentro ciascuna cella, sono state mappate con questo metodo 14 celle che corrispondono a 14 ettari di prateria di Posidonia oceanica.

Oltre ai dati relativi alla densità dei fasci fogliari, in accordo con il protocollo prestabilito dall'AMP di Tavolara e da Reef Check Italia, sono stati rilevati altri parametri come la profondità, il tipo di substrato e la presenza di determinate specie all'interno della prateria.

AZIONE A2 Identificazione di specie aliene lungo le coste dell'Area Marina Protetta tavolara Punta Coda Cavallo

Per l'azione A2, coinvolti 150 studenti degli istituti superiori (7 incontri formativi nella casa polifunzionale di Porto San Paolo e 7 giornate di attività sul campo) e 150 studenti dell'Università degli Studi di Sassari (5 incontri formativi nella casa polifunzionale di Porto San Paolo e 5 giornate di attività sul campo). Primo monitoraggio 8 luglio 2016 conclusione 9 ottobre 2017. Ogni attività ha visto la partecipazione del personale dell'AMP di Tavolara e dei partner Slow Dive e Reef Check. Attraverso la formazione iniziale alla sala polifunzionale di Porto San Paolo sono state illustrate le problematiche delle specie aliene marine per l'ecosistema del mediterraneo, rivolgendo un'attenzione particolare alla situazione all'interno dell'AMP di Tavolara. I rilievi hanno previsto transetti da 25m con l'ausilio di bindelle metrate, che facilitano l'identificazione delle specie in mare.

AZIONE B1 Identificazione ed eradicazione di specie aliene invasive vegetali terrestri

Coinvolti 250 studenti dell'istituto A. Deffenu (5 incontri formativi e 5 giornate di attività sul campo). Primo monitoraggio 17 ottobre 2017 conclusione 26 ottobre 2017. Azione che ci ha consentito di bonificare la spiaggia di Porto Taverna dalla pianta terrestre aliene e invasiva del Carpobrotus , pianta grassa proveniente dal Sud Africa che limita la crescita e la vita delle specie autoctone tipiche delle coste sarde.

AZIONE B2 monitoraggio spiagge (in corso) attività partita il 7 Novembre 2017 con un'azione di monitoraggio sulla spiaggia di Li Cuncheddi, coinvolti 50 studenti dell'Istituto Tecnico A.Deffenu, che hanno rilevato e campionato , attraverso metodo scientifico, lo stato di conservazione della spiaggia.

Il coinvolgimento attivo delle comunità e la partecipazione diretta a semplici protocolli di monitoraggio consentono di promuovere consapevolezza e senso di appartenenza, rafforzando la volontà di contrastare con il proprio impegno diretto le questioni ambientali emergenti. E' questo il valore aggiunto dei percorsi di Scienza del cittadino

18 al 22 Dicembre, Mostra fotografica INSOLITI SGUARDI La Biodiversità nell' Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo di Miho Tsuruoka. Sede AMP Via Porto Romano 11- Olbia. Inaugurazione lunedì 18 dicembre ore 18.00 - Sede Amp Tavolara, Via Porto Romano, 11 - INGRESSO GRATUITO - Orari (fino al 22 dicembre) 10.00 - 13.00 - 17.00 - 20.00 Disponibili visite guidate per le scuole, per prenotazioni 0789/203013.

Miho Tsuruoka è nata a Tokyo in Giappone ed attualmente vive in Sardegna nel comune di Loiri Porto San Paolo. Miho si dedica principalmente alla fotografia naturalistica con particolare attenzione verso le specie marine e gli ambienti sommersi. Subito dopo aver completato gli studi di Visual Design e Filmmaking presso l'Università di Tokyo ha iniziato la carriera professionale come modella e fotografa di ritratti.

La sua carriera subacquea è iniziata nel 1994 con il primo corso Open Water Diver quindi ha progredito nella formazione sino a raggiungere i livelli professionali come Guida Subacquea, Istruttrice, Instructor Trainer ed Instructor Examiner. È una dei fondatori di ESA Worldwide. Ha al proprio attivo più di 7.000 immersioni svolte in diversi siti tra cui: Giappone, Mediterraneo, Norvegia, Inghilterra, Irlanda, Stati Uniti D'America, Egitto, Sudan, Messico, Belize, Cuba, Capo Verde, Filippine, Maldive, Indonesia, Isola di Coco e Galapagos. Ha iniziato a fotografare sott'acqua nel 1997 con una Nikonos V successivamente ha effettuato una pausa dalla fotografia dedicandosi principalmente all'attività di istruttrice subacquea. Nel 2011 ha ripreso a realizzare immagini subacquee ed attualmente effettua più di 200 immersioni all'anno con la macchina fotografica. Sta lavorando a diversi progetti e alla realizzazione di alcuni libri. Ha collaborato con pubblicazioni, interviste ed articoli: SUB, La Rivista della Natura, Subacqueo, Sereno Variabile (RAI TV), Nuova Sardegna, l'Unione Sarda, PSE Editore. Svolge il ruolo di giudice nell'affermato concorso fotografico in&out organizzato annualmente dalla ASD SlowDive e nel concorso Divers for Africa (2017).

Le immagini di questa mostra sono state realizzate nei fondali dell'Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo dove l'autrice ama immergersi in tutte le stagioni compresi i mesi più freddi. La fortuna di potersi immergere in ogni periodo dell'anno premette di osservare e fotografare la ricca biodiversità del territorio che va ben oltre la blasonata macrofauna (cernie, gorgonie, ecc.) che, comunque, attrae un numero sempre maggiore di turisti estivi. Uno dei messaggi che Miho vorrebbe trasmettere con questa esposizione riguarda proprio il fatto che è importante approfondire la conoscenza del mondo sommerso anche fuori stagione e nei siti meno famosi, imparando ad apprezzare i tesori che il mare ci offre. Sia per i turisti che per le persone del luogo.

22 Dicembre ore 19.00, presentazione del calendario dell' AMP Tavolara Punta Coda Cavallo a cura di Mammalapis GEA. Sede AMP Via Porto Romano 11 - Olbia.

Un calendario a tiratura limitata, realizzato con i disegni di Giovannella Monaco, affermata artista e fumettista olbiese, che da oltre dieci anni collabora con l'AMP di Tavolara anche con progetti di educazione ambientale. I temi del calendario saranno 12, ambienti dunali, spiagge, piante e animali caratteristici dei luoghi dell'Area Marina Protetta Tavolara Punta Coda Cavallo.

Torna alla lista delle news

 

News


Dal 13 al 21 dicembre

 

Tutela e valorizzazione ambientale, educazione, comunicazione, sensibilizzazione e promozione dello sviluppo sostenibile

 

©  2011 Area Marina Protetta Tavolara Punta Coda Cavallo     Sede Legale: via Dante 1, OLBIA (SS) - 07026                                       Sede operativa:  Via San Giovanni 14, OLBIA (SS) - 07026           Telefono 0789/203013 - Fax 0789/204514 Mail:info@remove-this.amptavolara.itPec: amptavolara@pec.it 

Credits

Area Riservata

logo ministero ministero dell'ambientelogo EMASlogo Rina
Navigando il sito amptavolara.com acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.