Home » Comunicazione » News » Analisi dell'acqua a Puntaldia

Rete Regionale per la conservazione della Fauna Marina SardegnaL’AMP è nodo della rete regionale per la conservazione della fauna marina

In caso di ritrovamento di animali in difficoltà contattare il
logo emergenza in mare, guardia costieralogo emergenza ambientale, segnalazione incendi boschivi

Analisi dell'acqua a Puntaldia

21 agosto 2009

A partire dal 07 Agosto 2009 sono stati riscontrati fenomeni di alterazione della colorazione delle acque il località La Cinta, a seguito dei quali l’Ente Gestore ha provveduto, ipotizzando una fioritura algale, a predisporre la raccolta di un campione, inviato per le analisi al Dipartimento di Ecologia dell’Università di Sassari.Il perdurare di queste condizioni ha fatto scattare da parte dell’Amministrazione Comunale di San Teodoro, in data 08 Agosto 2009, una richiesta di assistenza tecnico-istituzionale al Dipartimento Provinciale dell’ARPA di Nuoro e di Sassari e alla ASL N° 2, Ufficio di igiene pubblica.In data 13 Agosto 2009, il Dipartimento Provinciale di Nuoro dell’ARPA, ha effettuato una serie di campionamenti nei punti stabiliti dal Piano regionale sui criteri di balneazione e precisamente:

 

Cinta 1  - NU 192,  Cinta 2 – NU  183,   Cinta 3 – NU 1004, destra bocca Stagno di S.Teodoro – NU 1395, sinistra  bocca Stagno di S.Teodoro – NU 1386, Puntaldia – NU 17.

Visto il perdurare dei fenomeni sopraindicati, soprattutto in località Puntaldia, l’Ente Gestore ha provveduto ad effettuare ulteriori campionamenti, in data 12 e 18 Agosto 2009, inviati sempre al Dipartimento di Ecologia dell’Università di Sassari. In data 19 Agosto 2009, sono pervenuti gli esiti delle analisi da parte del Dipartimento Provinciale dell’ARPA di Nuoro, per quanto attiene ai parametri chimici e batteriologici, e del Dipartimento di Ecologia dell’Università di Sassari, per quanto attiene alla componente algale e fitoplanctonica. I risultati sono i seguenti:  per quanto attiene l’analisi chimica e batteriologica i campioni sono risultati conformi ai limiti indicati dal D.P.R. 470/82, relativo alla qualità delle acque di balneazione; gli esiti delle analisi effettuate dal Dipartimento di Ecologia dell’Università di Sassari, consentono di affermare che si tratta di un’imponente fioritura algale del dinoflagellato nudo Akashiwo sanguinea (ex Gymnodinium sanguineum), presente in concentrazioni elevatissime. L’ipotesi inizialmente formulata, di abnorme fioritura algale, viene dunque confermata dagli esiti delle analisi condotte dal Dipartimento di Ecologia dell’Università di Sassari, mentre le analisi del Dipartimento Provinciale dell’ARPA di Nuoro escludono inquinamenti di natura organica. Resta l’importante preoccupazione dell’Ente Gestore di comprendere quali siano state le cause di innesco dei suddetti fenomeni, da attribuirsi anche al forte riscaldamento dell’acqua e al perdurare di condizioni di notevole stabilità meteorologica, con scarsa circolazione dei venti e delle acque costiere. Si comunica inoltre, che il Dipartimento Provinciale dell’ARPA di Nuoro replicherà i campionamenti in data 26 Agosto 2009 e che nella stessa data verranno replicati i campionamenti dell’Ente Gestore, per la componente algale e fitoplanctonica.     

Torna alla lista delle news

 

News


Durante la giornata di ieri, 10 agosto, gli operatori dell’Amp di...

 

Tutela e valorizzazione ambientale, educazione, comunicazione, sensibilizzazione e promozione dello sviluppo sostenibile

 

©  2011 Area Marina Protetta Tavolara Punta Coda Cavallo     Sede Legale: via Dante 1, OLBIA (SS) - 07026                                       Sede operativa:  Via San Giovanni 14, OLBIA (SS) - 07026           Telefono 0789/203013 - Fax 0789/204514 Mail:info@remove-this.amptavolara.itPec: amptavolara@pec.it 

Credits

Area Riservata

logo ministero ministero dell'ambientelogo EMASlogo Rina
Navigando il sito amptavolara.com acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.