Home » Comunicazione » News » Corso formativo universitario in Area Marina

Workshop approvato dal Consiglio di Laurea del Corso GAT (Gestione Ambiente e Territorio) che permetterà agli studenti di ottenere un credito formativo (CFU) è stato organizzato a seguito dell’accordo stipulato nel 2016 tra l’ Università di Sassari e il Consorzio di Gestione dell’AMP di Tavolara Punta Coda Cavallo,  che ha visto la nascita di un’ offerta formativa con nuovi corsi triennali. Il corso di laurea magistrale in Gestione dell’ Ambiente e del Territorio (GAT), aperto agli studenti in Scienze naturali, ma anche a pianificatori e agronomi, propone due indirizzi specialistici: ecosistemi terrestri e ecosistemi marini. Nell’ ambito dello svolgimento del nuovo corso di laurea l’ Università di Sassari ha chiesto una collaborazione operativa al Consorzio di Gestione dell’ AMP Tavolara Punta Coda Cavallo per intraprendere attività di didattica decentrata soprattutto per gli aspetti legati alla gestione del Mare e del territorio costiero. L’intendimento del workshop del 30 Novembre (dalle ore 10.00 alle ore 17.30, Casa delle farfalle di Mare, Porto San Paolo)  è quello di attualizzare i percorsi didattici verso un orizzonte formativo che comprenda in modo sostanziale anche le attività pratiche legate al corso di laurea.

Organizzazione: International School for Scientific Diving, MAREA s.a. e Area Marina Protetta Tavolara Punta  Coda Cavallo.

Studenti del Corso di Laurea in Gestione dell’ambiente e del Territorio, Università di Sassari, indirizzo marino, primo e secondo anno.

 

Programma delle lezioni

Docente

Affiliazione

Titolo della lezione

Riccardo Cattaneo Vietti

Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e della Vita, Università di Genova

L’ habitat coralligeno

 

Giorgo Bavestrello

Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e della Vita, Università di Genova

Il coralligeno nell’AMP di Tavolara-Capo Coda Cavallo

Monica Montefalcone

Dipartimento di Scienze della Terra, dell’Ambiente e della Vita, Università di Genova

Caratteristiche e metodiche di studio del coralligeno superficiale e profondo

Daniela Basso

Dipartimento di Scienze dell'Ambiente e del Territorio e di Scienze della Terra, Università di Milano-Bicocca

Studio dei fondi a rodoliti e interazioni tra biocostruzione e livelli di CO2

Enrico Cecchi

ARPA Toscana

Il monitoraggio del coralligeno e dei fondi a rodoliti in Toscana: i primi tre anni di applicazione della Marine Strategy Framework Directive

 
Ritornano le berte!
18 gennaio 2019


Come ogni anno, le berte minori di Tavolara ritornano nei loro nidi....

  
Navigando il sito amptavolara.com acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.